Le Voci di Dentro Secondigliano

News

Si è concluso il concorso "Uno sguardo diverso" per il progetto
"Teatro, carcere, legalità".

"Le voci di dentro" è un progetto laboratoriale teatrale-musicale nato per iniziativa degli artisti Luca Di Tommaso, Monica Pinto e Guido Primicile Carafa, attivi nel Carcere di Secondigliano già dal 2014 con l’Aps “P.E.R.SUD, che si rivolge particolarmente ai detenuti di alta sicurezza.

La ragione fondamentale del progetto è l'idea che attraverso la cultura, la bellezza, la meraviglia che l'arte è in grado di generare, l'umanità possa rigenerarsi in nuove ed armoniche forme di vita. Lavorando dentro e fuori le mura, può crearsi un'osmosi fra i due mondi, per cercare di scalfire la barriera che li separa e far crollare i pregiudizi troppo spesso legati al mondo carcerario.

(da una lettera di Gennaro ex detenuto, indirizzata all’organico de “Le voci di dentro”)

Affondando le mani nel mio cuore, non ho trovato altro che un po’ di terra arida, un luogo desolato fatto solo di strade buie e gelide. Sono sempre stato convinto che quello era il tetro scenario di ciò che mi rispecchiava. Non ho mai cercato, né pensato di cambiare ciò che vedevo dentro di me. In fondo, se ti abitui al freddo non devi avere la preoccupazione di perdere il calore.

[…]Ma poi siete arrivati voi, le uniche persone che non si sono limitate a guardare o giudicare, ma vi siete chiesti cosa poter seminare in una terra così arida. […] Con piccoli gesti, voi vantate la mia ignoranza, facendomi sentire speciale e facendomi vedere che quel terreno dentro di me non è più arido ma colmo di vita e quel posto non è più gelido ma pieno di calore. […]

Non riuscirei mai più a tornare a sentirmi a mio agio in quelle terre desolate. Voi siete riusciti ad infondere in me la speranza e continuate a farla crescere con le vostre amorevoli cure…

Contattaci

Per contattarci rapidamente riempire il modulo sottostante:

Inserisci il tuo nome.
Inserisci un'email corretta.
Inserisci l'oggetto.
Inserisci il messaggio.